Focus

Il cachi, mela d'oriente

Soffice, carnoso e dolcissimo il frutto del cachi è simbolo dell’autunno, è stato definito anche “cibo degli dei”, per il suo sapore unico ed originale.

Questa pianta è una delle più antiche ad essere state coltivate dall’uomo. E’ originario della Cina e fu portato nelle terre americane ed in Europa solo intorno al 1800, si narra che il primo albero di cachi nel nostro Paese fu coltivato nei giardini di Boboli nel 1871.

Si stima che la produzione italiana si aggiri attorno alle 65.000 tonnellate, di cui ben 35.000 prodotte in Campania; anche il Veneto e l'Emilia Romagna sono buoni produttori di cachi. In Sicilia, il cachi riveste un'importanza notevole in termini economici: in particolare, il cachi di Misilmeri viene esportato in tutto il mondo.

Sono alberi che raggiungono altezze piuttosto elevate (15-18 metri), di dimensioni generalmente non troppo imponenti. Il frutto è una bacca sferica dal colore arancio carico e vene raccolto immaturo, quando ancora la polpa è soda e asprigna. Il frutto potrà essere consumato dopo la sua sovra maturazione, quando la polpa diventa morbida e dolce.

E’ molto energetico e, per questo, consigliato ai bambini, contiene vitamine e sali minerali, necessari in una sana alimentazione.

E’ preferibile consumarlo crudo, beneficiando del buon effetto vitaminizzante e rimineralizzante, mangiandone la polpa con un cucchiaio, oppure può essere utilizzata per la realizzazione di centrifughe di frutta, marmellate, macedonie e per insaporire yogurt. In Giappone, il cachi è l'ingrediente principe per la preparazione di alcuni vini (in genere a basso grado alcolico), oltre a prestarsi per la realizzazione del sakè.

Rimedio naturale contro lo stress, il cachi è raccomandato anche in caso di stanchezza ed astenia.

Correlati

La diversità negli ortaggi

Proviamo a conoscere meglio gli ortaggi.

Osservandoli si può notare che hanno diverse forme, dimensioni, sapori, consistenze e colori. [...]

SCOPRI
Italia medaglia d'oro

L’Italia è il paese leader dell’Unione Europea nel consumo di frutta e verdura, infatti l’85% degli italiani consuma frutta almeno una volta al [...]

SCOPRI
Un orto a misura di bambino

Una delle attività preferite dai bambini è avere le mani nella terra!

Basta fornire a un bambino una vaschetta di terra e un po’ di acqua [...]

SCOPRI
Dal campo alla tavola e viceversa

Sapevi che la maggior parte della materia organica si può trasformare in qualcosa di utile?

Ridurre al minimo gli sprechi alimentari è [...]

SCOPRI
Il rapporto dei bambini con il cibo

Durante la crescita i bambini mostrano in genere di prediligere alcuni cibi rispetto ad altri, e di conseguenza esprimono la necessità di [...]

SCOPRI
Consigli per scegliere gli agrumi

Gli agrumi sono frutti molto apprezzati per il loro sapore caratteristico e per le loro proprietà nutrizionali. Tra i più consumati ci sono le [...]

SCOPRI
Gli agrumi

Gli agrumi sono frutti ricchi di vitamine, appartenenti al genere Citrus della sottofamiglia Aurantioideae (famiglia delle Rutaceae).Il nome [...]

SCOPRI
La pera

La pera è il frutto autunnale per antonomasia. Sode, succose e rinfrescanti le pere ci aiutano ad affrontare le basse temperature con un pizzico [...]

SCOPRI
La mela

Frutto dal sapore particolarmente gradevole, la mela, oltre ad avere un forte valore simbolico, gode anche di grande fama, tramandata sia dalla [...]

SCOPRI
La carota... viola!

È strano immaginare la carota senza il suo classico colore arancione, vero? Ebbene, per quanto possa essere strano, in passato, la carota era di [...]

SCOPRI
I colori a tavola

Frutta e verdura sono i migliori alleati per il nostro benessere e per il benessere e la crescita dei nostri bambini. [...]

SCOPRI
La stagionalità, valore essenziale

Uno degli aspetti fondamentali di questo programma prevede che le distribuzioni presso le scuole siano programmate e svolte con [...]

SCOPRI